Visualizzazioni totali

martedì 21 febbraio 2017

Un nuovo portalettere in più alle poste di Pietraperzia



Un nuovo portalettere in più alle poste di Pietraperzia


 L'Ideologo del partito
Giovanni Barrile
 
 PIETRAPERZIA. Da oggi un nuovo portalettere in più alle poste di Pietraperzia.La decisione è stata prese dal consiglio provinciale delle poste con la presenza del direttore provinciale dottor Luciano Laplaca; quindi l’organico dei portalettere passa a tre. Lo smistamento resta per il commento a Barrafranca con il grave disagio per gli impiegati che devono viaggiare Pietraperzia – Barrafranca. La decisione è arrivata dopo che i consiglieri comunali dell’opposizione (Vincenzo Calì, Calogero Di Gloria,  Maria Rosa Giusa, Silvia Romano ed Antonio Viola) hanno raccolto 600 firme e recapitate al prefetto di Enna Leonardi ed ai dirigenti provinciali, regionali e nazionali delle poste.
Giovanni Barrile del direttivo provinciale del PD dichiara: “ci è stata data comunicazione ufficiale di soluzione del problema. Speriamo si risolva il problema del ritardo nelle consegne. Orgogliosi e fieri di avere dato voce ai cittadini che hanno ottenuto tutto ciò grazie alle firme raccolte e all'impegno dei consiglieri di opposizione. Abbiamo registrato casi di mancate consegne di bollette  telefoniche ed altre scadenze ed ad alcuni anziani hanno tagliato la fornitura. E’ stato un grosso disagio che ha portato difficoltà alla nostra comunità. Speriamo che sia arrivata la normalizzazione”.
Giovanni Barrile.  

Assemblea cittadina sul bilancio parctecipative


Assemblea cittadina sul bilancio

Il Sindaco
Avv.Antonio Calogero Bevilacqua

PIETRAPERZIA. Conclusa con successo la terza assemblea cittadina sul bilancio partecipativo tenutasi la scorsa domenica presso il Chiostro di Santa Maria. È, infatti, questo il terzo bilancio comunale di previsione che tiene conto delle indicazioni espressa dalla cittadinanza tramite lo strumento di democrazia diretta imposto per legge regionale. “Pur essendo un obbligo di legge introdotto per la prima volta quando siamo arrivati al governo della città – ha dichiarato il sindaco Bevilacqua – noi non lo viviamo come un’imposizione, ma come straordinario momento di partecipazione della collettività alle scelte amministrative”. Come negli scorsi anni, tutti i cittadini hanno potuto votare utilizzando un modulo prestampato messo a disposizione per tutta la settimana precedente l’assemblea pubblica, che nel corso di questa assise. Inoltre, quest’anno si è anche data la possibilità di esprimere la propria preferenza via email e l’indirizzo del comune è stato letteralmente sommerso da centinaia di voti. Le opzioni suggerite dall’amministrazione erano: manutenzione strade urbane ed extraurbane; acquisto veicolo per manutenzione strade; segnaletica stradale orizzontale con materiale durevole; acquisto arredi e attrezzature scolastiche e manutenzione edifici; acquisto pannelli elettronici per comunicazioni istituzionali alla cittadinanza da istallare in Piazza ed in altre aree; acquisto compostiere domestiche o di comunità; acquisto biciclette elettriche a pedalata assistita; acquisto e istallazione pannelli fotovoltaici in edifici comunali; realizzazione o acquisto e istallazione di arredo urbano e attrezzature per pratica sportiva all'aperto. Le preferenze espresse dai cittadini sono state orientate in maggioranza verso la manutenzione delle strade extraurbane, con una particolare segnalazione della strada vicinale della contrada “Donna Ricca”; a seguire, si sono classificate l’istallazione di pannelli fotovoltaici e di segnaletica orizzontale con materiale durevole. Nel corso dell’assemblea, gli amministratori hanno anche fatto il punto della situazione sulla loro attività semestrale ed in particolare hanno annunciato: la consegna dell’edificio ex “Toselli” che diventerà centro contro il disagio giovanile, la partecipazione del comune (primo in Sicilia) al bando per sistemazione di strade interpoderali, la prossima bandizione della gara per la ristrutturazione del Chiostro, l’ottima qualità dei rifiuti differenziati conferiti. Ancora, gli amministratori hanno rendicontato con scontrini alla mano la spesa delle rinunce alla quota d’indennità come promesso in campagna elettorale, attualmente documentata in ben 34.000 euro.
Giuseppe Carà

domenica 19 febbraio 2017

Tutto il paese mobilitato per celebrare San Rita da Cascia nata a Roccaporena


Tutto il paese mobilitato per celebrare San Rita da Cascia nata a Roccaporena


 I SENIOR ITALIA NELLA SEDE
 DI SANTA RITA

PIETRAPERZIA. Tutto il paese mobilitato per celebrare San Rita da Cascia nata a Roccaporena.  La santa dei “casi impossibile” viene festeggiata il 22 moggio con l’infiorata delle Rose, ma viete preparata con la solennizzazione dei quindici giovedì che precedono la festa. Come di consueto vendono coinvolte le tre parrocchie Madonna delle Grazie ,  Santa Maria di Gesù e Santa Maria Maggiore -  Chiesa Madre, che gestisce la festa e la processione con il ferculo di Santa Rita che prende dalla Madrice ed il matador della processione è monsignor Osvaldo Brugnone, che indossa il piviale della maggiore solennità ed i cui lembi vendono tenuti dai due governatori delle confraternite Giuseppe Maddalena e Giovanni Rizzo.
       A Santa Rita è titolata l’associazione “Senior Italia” che ha 450 soci e che partecipano alla processione organizzando una fiaccolata della pace. I soci stanno preparandosi alla festa partecipando ai quindici giovedì nella Chiesa San Nicolò. La liturgia viene animata dalla presidente Giovanna Di Dio, dal vice presidente Franco Cigna e dalle socie Piera Pinella (esperta sulla conoscenza della agiografia di Santa Rita) e dall’assistente sanitaria Rosalia Di Piazza, addetta alla recita del Rosario di Santa Rita..  
       I quindici Giovedì di Sana Rita  focalizzano il cammino della vita terrena della santa dalla nascita avvenuta a Roccaporena  nel 381 alla morte il 22 maggio 457 avvenuta a Cascia dove la santa è sepolta.
 Inoltre prima della messa è prevista la recita  della “coroncina” una tipica preghiera alla Santa delle cose impossibili.
       L’associazione  Senior Italia si mobilitata e la signore Giovanna Di Dio ha fatto una riunione di direttivo formato da: Giovanni Di Dio  presidente, Francesco Cigna vice presidente, Chiolo Giuseppe tesoriere , Angela Emma segretaria; mentre consiglieri, Maria Calogera Taibi, Vincenzo Privitera, Salvatore Falzone, Michela Costa, Piera Pinelli. Componenti il collegio dei revisori: Angelo Taibi, Giovanni Farinelli.
       IL giorno scelto è il giovedì perché il 22 maggio del 1457 era di giovedì. In paese esiste una chiesa dedicata a Santa Rita che si trova nella parte alta del paese. Mentre la processione della statua avviene il 22 maggio preceduta da una novena che viene dettata da antica data dal parroco mons. Giuseppe Rabita.
       Il fatto portentoso nella vita di Santa Rita è la spina che porta in fronte e che la portò per 15 anni. Un Venerdì santo dopo aver ascoltato la predica sulla passione ne fu talmente toccata che rientrando in cella chiese le sofferenze della croce. In una esplosione di luce si trovò in fronte la spina appartenete alla croce del Cristo. In paese il riferimento più attenzionato è come la santa delle “Grazie Impossibili”.
Giuseppe Carà

Votazione per il bilancio partecipativo domani sera al convento di Santa Maria


Votazione per il bilancio partecipativo domani sera al convento di Santa Maria

IL SEGRETARIO GENERALE 
EUGENIO ALESI 


PIETRAPERZIA . L’amministrazione comunale ha indetto le votazioni per il bilancio partecipativo il cui momento ultimo sarà sta sera al convento di Santa Maria alle ore 19.  Secondo legge regionale il due per cento degli accreditamenti ai comuni, possono essere orientati dalla comunità locale.
       L’aforisma creato dagli amministratori è: “Scegli tu come spendere il due per cento dei trasferimenti regionali. Vieni a votare la tua idea!”. In un tazebao titolato “Partecipo e Decido” si danno varie possibilità per esprimere il voto. Tra i tanti modi è stata creata una E Mail per consentire l’espressione del voto: comunepietraperzia@gmail.com. Un altro metodo di votazione è  stato quello di compilare un modulo presso la segreteria del sindaco la cui responsabile è la ragioniera Paola Marotta. Si può scegliere anche direttamente all’incontro di questa sera alle ore 19 nella sala Padre Dionigi del convento di Santa Maria.
       Durante l’assemblea di questa sera  l’amministrazione comunale presenterà il resoconto delle rinunce alle indennità di carica. Gli amministratore che si sono decurtato l’indennità amministrativa non lasciano la somma al comune, ma hanno creato un fondo dove vanno a finire le somme di donazione. Quindi non hanno bisogno di stare alle pastoie burocratiche. Certamente le somme vengono spese secondo un orientamento politico. Quindi i consiglieri di opposizione sono state escluse dal controllo. Di queste somme accantonate non è stata data la giusta comunicazione ai cittadini.
L’amministrazione con l’atto di questa sere di rendere come sono state spese le somme certamente in questo periodo è stata incalzata da Pd e dai suoi due consiglieri: Silvia Romano e Calogero Di Gloria.
“L’amministrazione dichiara con una certa soddisfazione: “Siamo stati la prima amministrazione comunale a ridursi il compenso che spetta per legge”.
Giuseppe Carà   

Presentato progetto ai fondi europei per strada interpoderale “Marcato D’Arrigo - Tornambè”


Presentato progetto ai fondi europei per strada interpoderale “Marcato D’Arrigo - Tornambè”

 IL TEAM DI MICHELE LA PLACA

PIETRAPERZIA. Presentato progetto ai fondi europei per strada interpoderale “Marcato D’Arrigo - Tornambè”.  Pietraperzia è il primo comune a presentare domanda di accesso al finanziamento per le strade rurali previsto dal PSR Sicilia 2014-2020 con la sottomisura 4.3 c che prevede: “Sostegno a investimenti nell'infrastruttura necessaria allo sviluppo, all'ammodernamento e all'adeguamento dell'agricoltura e della silvicoltura - Azione 1 - viabilità interaziendale e strade rurali per l’accesso ai terreni agricoli e forestali”. L’intervento è teso a richiedere un finanziamento di  760.000,00 € per la copertura totale dei costi per la progettazione e la realizzazione di un intervento contestuale di costruzione di un tratto ex-novo ed il ripristino della strada interaziendale rurale “Marcato D’Arrigo-Tornambé”. A comunicarlo è l’assessore all’agricoltura Michele Laplaca che afferma: “Venerdì ho contattato l’assessorato regionale per alcune informazioni e il funzionario mi ha confermato che non sono ancora state presentate domande da altri Enti Pubblici, dunque se ne deduce che Pietraperzia è il primo!”.
 “I collegamenti per le aziende – continua l’assessore Michele La Placa – sono di fondamentale importanza e l’impossibilità di intervenire con i già scarsi fondi comunali ci ha spinto, a ricercare altre fonti di finanziamento come queste, evitando che venissero coinvolte economicamente le aziende interessate dall’intervento, poiché il bando prevede si che quest’ultimi partecipino privatamente ma per ricevere un finanziamento che copra l’80% dei costi”.
Molteplici infatti le aziende che riceveranno benefici: aziende agricole, zootecniche, caseifici e agriturismi oltre che il noto sito archeologico. L’assessore informa inoltre di essere già a lavoro per richiedere analogo contributo per la strada vicinale “Cava-Tardara” che collega i comuni di Pietraperzia e Barrafranca, infatti sono stati consumati i primi incontri con il sindaco Fabio Accardi e l’assessore Valerio Faraci per gettare le basi per la collaborazione tra i due comuni oltre che per la realizzazione del progetto in questione anche su diversi altri fronti.
Giuseppe Carà